Capillari del Viso e delle Gambe

Terapie Laser specifiche per il trattamento dei capillari del Viso e delle Gambe

I Capillari sul Viso?

I capillari e gli angiomi del volto sono lesioni benigne causate da una eccessiva dilatazione dei vasi sanguigni, localizzati nella parte superficiale della pelle. Possono manifestarsi sottoforma di striature lineari più o meno estese e diramate (teleangectasie) o con punti di colore rosso acceso talora rilevati e circondati da piccole ramificazioni (angiomi stellati). Si localizzano in particolare al livello delle guance, fronte, ala ed apice del naso, ma in generale può essere interessato tutto il volto. Le cause sono molteplici, come ad esempio una eccessiva esposizione solare alle lampade abbronzanti, una predisposizione genetica a fattori ormonali,  trattamenti estetici non corretti fino al fumo.

Le Cause dei Capillari del Viso >/h3>

Tra le cause più comuni abbiamo:

  • Effetti collaterali del consumo dell’alcool, che dilata i vasi sanguigni della pelle.
  • Il fumo, perchè tende a ridurre la vitamina C di cui il corpo ha bisogno per la salute capillare.In effetti proprio la carenza di vitamina C ha un ruolo determinante nella debolezza dei capillari. Ci si accorge che manca questa sostanza soprattutto quando si incorre nel sanguinamento delle gengive.
  • Bisogna comunque tenere presente che anche un’eccessiva esposizione al sole può essere una causa. A volte si può trattare di un fenomeno che sopraggiunge con l’età
  • Una risposta a trattamenti con farmaci corticosteroidi, antinfiammatori, anticoagulanti e medicinali per l’asma. Spesso gli effetti di questo tipo si riscontrano sulle braccia, che sono interessate dalla capillarite.

I Trattamenti per i Capillari sul Viso

La terapia di elezione per i capillari sul viso  è l’utilizzo dei laser pulsati in grado di eliminare in modo selettivo il vaso sanguigno. Uno degli strumenti più efficaci e di ultima concezione è il laser Nd:YAG a impulso lungo. Il raggio laser riesce ad attraversare la pelle senza danneggiarla colpendo in modo selettivo il capillare che, sigillato, scompare all’istante. Il raggio viene emesso da un manipolo associato ad un apposito sistema di raffreddamento cutaneo che, oltre ad avere un effetto anestetico, elimina il rischio di effetti collaterali.

Che cosa accade dopo il trattamento ?

Subito dopo la seduta la cute si presenta lievemente arrossata e talora compaiono piccoli rilievi lungo il tragitto del vaso (paragonabili a quelli provocati da una puntura di insetto), che si risolvono nel giro di 1-2 ore, consentendo di tornare alle proprie attività. Talvolta quando si trattano capillari di grosso calibro, si possono formare piccoli ematomi di colore bluastro e crosticine superficiali che regrediscono, senza esiti, nell’arco di 2-3 giorni. La terapia postoperatoria è semplice e consiste nell’applicare una crema antinfiammatoria e una protezione solare per alcuni giorni.

Quanti trattamenti sono necessari ?

Il numero delle sedute, che durano circa 20 minuti e sono ambulatoriali, dipendono dalla quantità e dalla dimensione delle lesioni vascolari. I capillari più sottili e i piccoli angiomi stellati scompaiono generalmente con un solo trattamento. Se invece sono presenti lesioni più grandi e numerose, possono essere necessarie da una a tre sedute distanziate fra foro di circa 1 mese. E chiaro che l’intervento viene eseguito sui capillari e gli angiomi presenti al momento e questo non esclude la comparsa, a distanza di tempo, di nuove lesioni. L’estrema efficacia, sicurezza e tolierabilítà dei Nd:YAG laser consentono però di effettuare trattamenti periodici, senza rischio di effetti collaterali.

I Capillari delle Gambe

I capillari delle gambe sono piccoli vasi di varia struttura e colore che compaiono sulla pelle delle gambe e che rappresentano un inestetismo insopportabile per le donne che ne sono affette.
Posso essere ramificati, ad albero, a corona e con tante altre varietà.
Il numero varia da poche decine fino a ricoprire tutto l’arto. Il colore può essere blu o rosso rubino, secondo la profondità.

Le teleangectasie prediligono il lato esterno della coscia  e la faccia interna del ginocchio. A volte sono fini e reticolari, altre volte grossolane e sporgenti. Sono per lo più dovute a ipertensione locale  da vene che hanno un aumento della loro pressione interna e che scaricano verso la superficie dando origine a capillari. Nei casi di grave Insufficienza Venosa Cronica (IVC) si formano come fiammelle bluastre sui lati del piede formando una specie di corona che un angiologo olandese chiamò corona phlebectasica.

Le Cause dei Capillari sulle Gambe

La comparsa di capillari visibili sia sulle gambe può essere legata ad abitudini come il consumo di alcolici e il fumo eccessivo.

Una delle cause principali della comparsa di capillari visibili sulle gambe riguarda i problemi di circolazione. Questi problemi possono purtroppo essere accentuati dalla vita sedentaria. Chi trascorre molto tempo seduto, potrebbe dover affrontare il problema dei capillari visibili sulle gambe come la conseguenza di una vita troppo sedentaria.

Altre cause dei capillari visibili sulle gambe possono essere legate alla lesione della parete dei capillari.

La dilatazione dei capillari può portare alla comparsa di varici. Inoltre i capillari possono rompersi facilmente in caso di pressione eccessiva. Il problema dei capillari in evidenza può colpire chi ha la pressione alta.
Inoltre con l’invecchiamento i capillari perdono elasticità, la pelle si assottiglia e dunque diventano più visibili. La comparsa di capillari in evidenza può riguardare anche questioni ormonali, ad esempio uno squilibrio, che potrebbe essere legato alla gravidanza o all’assunzione della pillola anticoncezionale. Tra le cause più gravi troviamo l’insufficienza venosa cronica.

Altre cause dei capillari in evidenza sulle gambe sono sovrappeso, stress e assunzione di alcuni farmaci, come corticosteroidi e antidepressivi (leggere bene gli effetti collaterali dei medicinali).

I Trattamenti per i Capillari sulle Gambe

Il laser vascolare rappresenta la terapia d’elezione per il trattamento dei capillari delle Gambe.

•   Maggior precisione operativa

•   Maggior salvaguardia dei tessuti circostanti

•   Guarigione in tempi più rapidi

•   Miglior risultato estetico per il minor danno termico

•   Minor incidenza di effetti collaterali

•   Minor frequenza di recidive

  •   Minor numero di sedute

Le telengectasie e le microvarici rappresentano, nell’immaginario collettivo, un problema puramente estetico; d’altro canto in almeno del 50% dei casi, tali lesioni sono associate ad una insufficienza venosa cronica.
Le dilatazioni venose superficiali, infatti, in caso di insufficienza venosa profonda, rappresentano un meccanismo di compenso per un circolo parzialmente compromesso e l’intervento laser non potrà garantirne la chiusura.   La terapia laser neodimio prevede diverse sedute intervallate da periodi di tempo variabili da 10 a 30 giorni. La chisura di un singolo capillare o di una microvarice può prevedere più applicazioni. Il laser vascolare non è indolore, ma sicuramente sopportabile.   I piccoli vasi del volto rispondono meglio alla terapia laser rispetto a quelli degli arti inferiori e prevedono, di norma, un numero inferiore di applicazioni. La maggior profondità dei vasi degli arti inferiori, il maggior spessore della parete e la diversa pressione idrostatica, giustificano la differente efficacia nelle due sedi di applicazione. La tecnica non è solo macchina- dipendente (pochi sono i laser vascolari efficaci per le telengectasie e le microvarici degli arti inferiori), ma operatore-dipendente. La conoscenza delle patologie vascolari, della fisica dei laser e il campo applicativo, può condizionare il risultato estetico finale.

5201273
Via Cina, 453 Roma
studiomedico.ottaviani@gmail.com